Le tre possibilità

Ci sono sostanzialmente tre modi per recuperare un “vecchio” pc. Potenziarne l’hardware che è la prima cosa che in genere si fa. Di solito l’aumento della RAM porta ad un evidente aumento delle prestazioni. Ci vorrebbe almeno il doppio della RAM disponibile attualmente e con questa iniezione di fiducia, il pc scatterà  come mai avete avuto modo di vedere. Anche la sostituzione dell’hard disk (specie per i pc desktop) o l’affiancamento di un nuovo hard disk, potrà  aumentare le capacità  di immagazzinamento del pc. Se si cercano prestazioni grafiche e non si ha un pc con scheda grafica integrata, si possono migliorare le prestazioni grafico/ludiche del pc. Sostituire il sistema operativo è il secondo passaggio da fare. Lo si fa quando l’hardware ha raggiunto la sua massima espandibilità . A quel punto ci vuole un sistema che faccia il meglio con quello che ha a disposizione come fa linux. Usare software diverso è la terza via. Di solito la persona cerca il meglio, ma questo potrebbe non essere possibile e allora bisogna cercare software che pur raggiungendo gli stessi scopi, lo faccia con le dotazioni hardware disponibili. In ambiente Windows la scelta è infinita, ma ci sono spesso problemi di compatibilità  ed il sistema potrebbe divenire instabile. Attenzione a dove prendete il software! Con Linux/BSD questo pericolo non si corre e sebbene la scelta sia un po’ più limitata, di strumenti per le proprie necessità  ce ne sono a migliaia con in più la garanzia di efficienza, affidabilità  e stabilità .
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •